RIMOZIONE AMIANTO

Edilleo esegue diverse tipologie di bonifica dall’amianto: incapsulamento, confinamento e rimozione.

Per questa attività Edilleo è regolarmente iscritta all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali e abilitata a svolgere servizi di bonifica di siti e beni contenenti amianto (categoria 10A) e di raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi (categoria 5F).

La rimozione è seguita esclusivamente da personale qualificato che ha frequentato  corsi di formazione e dotato di patentino regionale abilitante.

Edilleo si occupa inoltre dalla compilazione e presentazione del Censimento e del Piano di Lavoro all’ASL competente, della notifica ex art. 250 del D.Lgs. 81/2008 e dell’invio al committente delle certificazioni di avvenuto smaltimento presso le discariche autorizzate.

INCAPSULAMENTO

L’incapsulamento è un trattamento con prodotti penetranti o ricoprenti, che permettono di inglobare le fibre di amianto e consente di costituire una pellicola di protezione sulla superficie esposta.

I costi e i tempi per questo intervento sono contenuti in quanto non è necessario applicare un materiale sostitutivo e non vengono prodotti rifiuti tossici.

Il rischio nell’esecuzione della bonifica con il trattamento di incapsulamento è minore per i lavoratori e per l’ambiente.

Con questa modalità di modifica è però opportuno effettuare dei controlli periodici con relativa manutenzione, in quanto l’incapsulamento può alterarsi e venire danneggiato.

CONFINAMENTO

Il confinamento consiste nel posizionare una barriera a tenuta che possa dividere le aree che vengono utilizzate all’interno dell’edificio dai luoghi dove è collocato l’amianto.

Per evitare che le fibre di amianto vengano rilasciate all’interno dell’area, il processo deve essere accompagnato da un trattamento incapsulante.

Il vantaggio principale è quello di creare una barriera resistente agli urti.

Questa tipologia di bonifica è adatta soprattutto nei casi in cui l’amianto dia presente in aree circosritte e facilmente accessibili.

I costi dell’intervento sono contenuti a meno che l’intervento non richieda lo spostamento di impianti, come quello elettrico, termoidraulico e di ventilazione.

Anche questa tipologia di bonifica necessita di controlli periodici e di relativa manutenzione.

RIMOZIONE

La rimozione è la tipologia di rimozione maggiormente utilizzata perché elimina ogni potenziale fonte di esposizione ed ogni bisogno di attuare cautele rispetto alle attività che vengono svolte nell’edificio.

Gli svantaggi che porta questo tipo di bonifica sono però l’esposizione dei lavoratori a livelli elevati di rischio, la produzione di contaminanti ambientali e di alti quantitativi di rifiuti tossici e nocivi che devono essere smaltiti in determinati depositi. La rimozione inoltre richiede lunghi tempi di realizzazione e costi molto elevati.

Edilleo in proposito è abilitata sia per la bonifica che per la raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi.

Edilleo è pertanto in grado di offrire al cliente un servizio completo, che va dalla rimozione della vecchia copertura alla fornitura e posa della nuova, fino alle opere di complemento, assicurando tempi ridottissimi di intervento, un unico interlocutore e, naturalmente, costi estremamente competitivi.

RIFACIMENTO COPERTURE

Una volta eseguita la bonifica, le coperture rimosse vengono sostituite da nuove installazioni realizzate con materiali di prima qualità.

Vengono così realizzate coperture di tetti in legno a vista, in cemento armato, con manti in tegole tradizionali o con pannelli in lamiera coibentata e non, corredati di opere di lattoneria ed ogni accessorio per un lavoro a regola d’arte.

Cos’è l’amianto

L’amianto è un minerale presente in natura utilizzato da sempre per le sue particolari caratteristiche di resistenza al fuoco e al calore.

Le fibre di amianto sono state utilizzate per i più svariati prodotti industriali:

  • prodotti per l’edilizia, come coperture, intonaci, pavimentazioni, rivestimenti, canne fumarie, fognature, serbatoi
  • prodotti per il settore dei trasporti, come freni, giunti, rivestimenti, coperture
  • prodotti per il corpo, come talco, prodotti antisudore per le scarpe, prodotti per l’odontoiatria
  • prodotti con funzione antincendio, come corde, attrezzature, indumenti

L’amianto quindi si trova in moltissimi luoghi o prodotti proprio perché è un materiale versatile e facilmente reperibile in natura.

Pericolosità dell’amianto

E’ ormai risaputo che l’amianto è cancerogeno.

In particolare, l’amianto diventa pericoloso per la salute se inalato. La polvere di amianto infatti è talmente fine che passa tutte le difese e raggiunge polmoni ed alveoli, provocando asbestosi, mesotelioma della pleura e dei bronchi, carcinoma polmonare.

La documentazione per la bonifica

Censimento

Il modello di censimento deve essere compilato e inviato all’ASL competente. Il censimento è un obbligo che vige in capo al proprietario  e ha fini solamente informativi e di tutela della salute.

Piano di Lavoro

La legge prevede l’obbligo di comunicazione del Piano di Lavoro all’ASL competente almeno un mese prima dell’inizio della bonifica. Il Piano di Lavoro contiene, fra l’altro, i nominativi dei proprietari, dei committenti e dei lavoratori addetti, l’indirizzo del cantiere, le informazioni in merito alla posa del materiale, alla quantità, alla tipologia di intervento, agli strumenti di difesa dei lavoratori.

Notifica ex art. 250 del D.Lgs. 81/2008

E’ obbligatorio notificare agli organi territoriali l’apertura di un cantiere di bonifica o un cantiere in cui non si effettuano bonifiche ma vi è esposizione.

Rimozione amianto prima e dopo

css.php